Home lievitati. Hokkaido chocolate babka

Hokkaido chocolate babka

di Melania

È accaduto di nuovo. Mi sono ritrovata  a sfornare l’ennesima brioche di questa quarantena.  Non so come accada, impasto mentre faccio altre cose senza neppure rendermene conto. Impasto quando  la moka borbotta sul fuoco e schizza fuori tutta l’aroma del caffè. Quei minuti preziosi tra me e un rituale al quale non so rinunciare. Distendo i pensieri e focalizzo le forze per acquisire nuove  energie. 
Impasto mentre il mio nuovo lievito prende vita molto lentamente, nutrito con costanza ogni giorno come fosse un figlio, e tenuto stretto da un elastico quasi per timore di smarrirsi. 
È una storia lunga fra me e lui, un amore passionale che accenna a sbocciare, ma al riparo da occhi indiscreti. 
Mi ritrovo tra le dita  l’impasto appiccicoso  proprio in quel preciso istante  in cui tutto tace, quando i rumori si assopiscono e lentamente l’aria si fa  mite. 
C’è un venticello leggero che trapassa le persiane, il sole cocente spinge per valicare le barriere mentre la luce che resta, si posa leggera. 
Ad occhio nudo capisco quando l’impasto ha bisogno di altri liquidi, constato il calore del latte col dito per accertarmi che vada bene. 
Gli condendo il suo riposo mentre sul fuoco la cena si cuoce lentamente e i profumi  inondano tutta casa.
Non è solo una questione di farine, questo smisurato amore per i lievitati, ma uno stretto legame che si insidia dentro e non accenna ad andarsene.  Vi innamorerete anche voi di questa brioche un po’ hokkaido, un po’ babka, con vortici golosi al cioccolato. 
Adesso, ti resta solo da dirmi se c’è una brioche che preferisci? 

È accaduto di nuovo. Mi sono ritrovata  a sfornare l’ennesima brioche di questa quarantena.  Non so come accada, impasto mentre faccio altre cose… lievitati. Hokkaido chocolate babka European Stampa
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

INGREDIENTI

Per il Tangzhong:

  • 120 ml di acqua
  • 40 g di farina

Per l'impasto:

  • 380 g di farina debole
  • 50 g di zucchero semolato
  • 2 uova a t.a.
  • 120 ml di latte intero tiepido
  • 55 g di burro a pomata
  • 1 bustina di lievito secco 
  • un pizzico di sale

Per la crema al cacao:

  • 70 g di cioccolato fondente
  • 40 g di burro
  • 20 g di zucchero semolato
  • 25 g di cacao amaro

Per la doratura:

1 uovo 

PREPARAZIONE

Procedimento:

  • Iniziate preparando il tangzhong: in una pentola versate l'acqua insieme alla farina, con l'aiuto delle fruste mescolate energicamente fino ad ottenere un impasto appiccicoso.
  • Versate in una ciotola e lasciate raffreddare completamente ( io 4 h)

Per l'impasto:

  • Nella ciotola della planetaria versate tutti gli ingredienti secchi: la farina, il lievito, lo zucchero, il sale e mescolate.
  • Unite tutto il tangzhong spezzettato e le uova, con il gancio ad uncino continuate ad impastare a media velocità.
  • incorporate il latte a filo ed impastate per almeno 5/7 minuti o fino a quando l'impasto risulterà incordato.
  • Unite il burro a pomata ( morbido)  un pò per volta e aggiungete l'altra parte solo quando l'impasto avrà completamente assorbito tutto.
  • Trasferite in una ciotola, coprite l'impasto con la pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio. (2h per me)

Per la crema al cacao:

  • In un pentolino fate sciogliere il cioccolato, il burro e lo zucchero. 
  • togliete dal fuoco e unite il cacao
  • Mescolate e lasciate raffreddare completamente.

 

  • Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l'impasto, sgonfiatelo e stendetelo su un piano di lavoro infarinato.
  • Con l'aiuto di un mattarello ricavate un  rettangolo, distribuite la vostra crema al cacao e arrotolate.
  • Se preferite lasciate il rotolo intero oppure dividete in due parti uguali.
  • Riponete nello stampo per plumcake e lasciate lievitare fino al raddoppio.
  • Spennellate con l'uovo la superficie e infornate a 175° per 35/40 minuti ( forno ventilato)

NOTE

Il metodo Tangzhong o comunemente chiamato anche water Roux può essere utilizzato quando è completamente freddo. E' preferibile prepararlo la sera prima o lasciarlo riposare 4 h in frigo prima dell'utilizzo. Prima di incorporarlo all'impasto e' consigliabile tirarlo fuori dal frigo 30 minuti prima.

You may also like

6 commenti

saltandoinpadella Maggio 4, 2020 - 8:44 am

Mamma mia è pazzesco, sembra un cuscino di morbidezza. Ti dirò, io sono democratica, mi piacciono tutte, anche se forse la prima preferita è il pain au raisins.

Reply
Melania Maggio 6, 2020 - 5:30 pm

Accipicchia! Come non amare quella brioche! È difficile anche per me scegliere, ma queste ultime pubblicate hanno davvero lasciato il segno. Sono felice ti piaccia Elena, è davvero così morbida. Un abbraccio 🤗

Reply
Cristina Maggio 4, 2020 - 4:14 pm

Impasti quasi distrattamente, quasi totalmente presa in altri pensieri , come se l’azione di impastare fosse una musica di sottofondo che ti accompagna mentre fai altro, perchè è un’azione che ti viene talmente naturale che il capolavoro è assicurato ogni volta. Una più bella dell’altra le tue brioche. Veri batuffoli !

Reply
Melania Maggio 6, 2020 - 5:33 pm

La cosa assurda è che sarà difficile uscire da questo vortice, una volta iniziato non si smette più.
Mi sono sempre piaciuti i lievitati, c’è davvero del conforto dietro un semplice impasto, quelle azioni naturali che si ripetono ogni giorno…i gesti semplici, i profumi che rassicurano.
Un abbraccio 🤗

Reply
Fabiana Maggio 7, 2020 - 6:59 am

Meravigliosa!

Reply
Melania Maggio 7, 2020 - 8:26 am

Ti ringrazio ☺️ buongiorno

Reply

Lascia un commento

Questo sito usa i coockie per facilitare la tua navigazione, se continui a navigare presupponiamo tu ne sia felice. Per sapere come trattiamo i tuoi dati vai al tasto "Leggi di più" Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy